Povera Italia

Povera Italia

caritas

Ieri sulla stampa grande rilievo alla presentazione da parte della Caritas Rapporto 2016 sulla povertà e l’esclusione sociale, chi vuole capirne di più visiti questo link:

http://s2ew.caritasitaliana.it/materiali/Pubblicazioni/libri_2016/Rapporto_VasiComunicanti.pdf

La situazione in Italia sui fa sempre più tragica e l’azione delle sedi Caritas presenti in tutto il territorio nazionale non riesce a tamponare le troppe emergenze.

Da un lato ci si adopera per dare un aiuto ai migranti che in numero crescente fuggono da guerre e miseria, dall’altro lato non si riesce a tamponare la situazione di tante famiglie italiane vittime della crisi.

Alcuni resoconti giornalistici hanno posto la questione in maniera scorretta, contrapponendo la disperazione degli italiani a quelle dei migranti.

La situazione potrebbe diventare esplosiva.

Per fortuna in Italia il mondo del volontariato è operativo ed in costante crescita, tante le persone che si adoperano per raccogliere fondi, beni materiali e cibo da distribuire ai bisognosi.

A Potenza c’è il bell’esempio dei Magazzini Sociali una costola dell’Associazione Io potentino  che sta operando in maniera spettacolare con campagne mirate a mettere a reddito le eccedenze alimentari e stimolare le donazioni di alimenti.

L’ultima “campagna” di raccolta s’è svolta domenica scorsa, in alcuni supermercati cittadini i volontari dei Magazzini sociali hanno raccolto oltre 20 quintali di latte consegnato alla Caritas che lo ha distribuito alle famiglie bisognose.

Per un paio d’ore anch’io ho partecipato alla raccolta ed ho apprezzato il buon cuore di molti potentini ma ho altresì constatato che le persone più benestanti hanno snobbato l’invito a donare anche una sola busta di latte.

Il mio disprezzo va a quei possessori di SUV da 50.000 euro, ai possessori di imperi economici plurimiliardari che sono passati davanti con sguardo altezzoso, con il carrello stracolmo di ogni bene si sono ben guardati di fare una donazione.

Ho apprezzato il gesto di tante persone “normali” fra cui molti  anziani pensionati a basso reddito che hanno donato con gioia e spontaneità.

E’ vero il detto che recita: il sazio non crede al digiuno.

Tags: ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Una infrastruttura attesa da tanto tempo

La consiliatura a guida De Luca volge al termine, a maggio i potentini torneranno alle urne per scegliere i nuovi […]

Ludopatia: il Comune di Potenza regolamenta il funzionamento delle “macchinette”

(vignetta di Mario Bochicchio) La diffusione sul territorio nazionale, e di conseguenza anche nella città di Potenza, di sale giochi […]

I sorpassati

(foto di Nicola Figliuolo) Con Dino De Angelis condivido due passioni, quella per il basket e l’amore per la nostra […]

Utilizzare i sorpassometri sulla Potenza – Melfi

La Strada Statale 658 Potenza – Melfi, ribattezzata “strada” della morte, è stata ultimata nei primi anni 80 del secolo […]

Potenza, aumenta la popolazione anziana e c’è il problema dell’assistenza

La Basilicata oltre che a spopolarsi sta diventando una regione dall’età media sempre più alta, non fa eccezione il capoluogo […]

Il “film”, in bianco e nero, del 2018 in Basilicata

Sono anni che nel bilancio annuale della Basilicata si ripetono quasi sempre le stesse tematiche che sono diventate una sorta […]