L’attività della Polizia Locale di Potenza – prima parte

L’attività della Polizia Locale di Potenza – prima parte

Pol mun

Articolo pubblicato su Controsenso del 22 settembre 2018

Il compito di far rispettare le Leggi è noto spetta alle forze dell’ordine, polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza sono corpi che appartengono allo Stato, nei Comuni sono affiancati dalla Polizia Locale che operano con tale denominazione dal 1986 ed il campo d’azione è vastissimo. Nella città di Potenza la Polizia Locale ha un ruolo di fondamentale importanza nel “disciplinare” le attività della vita quotidiana dei residenti e delle migliaia di “visitatori” che quotidiani raggiungono il capoluogo di regione. A seconda dei punti di vista gli agenti della Polizia Locale sono temuti o contestati da coloro che ricevono sanzioni, invocati invece da quei cittadini che vorrebbero la loro presenza più massiccia per far rispettare leggi e normative. Da meno di un  ann il Comando della Polizia Locale a Potenza è affidato alla dottoressa Anna Bellobuono la quale ha fatto intensificare i controlli sulle strade cittadine per aumentarne la sicurezza, grazie alla sua disponibilità offriamo ai lettori di Controsenso la possibilità di conoscere in maniera più approfondita l’operato della Polizia Locale del capoluogo di regione.

Dottoressa Bellobuono ci può quantificare l’organico della Polizia Locale suddividendolo per mansioni?

Il Corpo di Polizia Locale si compone di n. 74 unità così suddivise:

1 Comandante con il grado di Colonnello

1 Vice Comandate con il grado di Ten. Colonnello

11 Ufficiali (n. 1 in aspettativa) di cui n° 5 Capitani, n° 3 Tenenti e 3 Sotto Tenenti;

n° 1 Ispettore Superiore

n° 9 Ispettori Capo

n°19 Ispettori

n° 6 Assistenti Istruttori

n° 8 Agenti Scelti

n° 18 Agenti

Non tutti i cittadini conoscono l’enorme campo d’azione della Polizia Locale, ci elenca quali sono le sue competenze? Ci spiega perché la maggior parte del personale è impegnata in attività “amministrative”?

Le competenze delle Polizia Locale sono enumerate in particolare nella legge quadro delle Polizia Locale n° 65/1986, nella legge della Regione Basilicata n° 41/2009 (art.4) e sono identificabili nelle funzioni di Polizia stradale ai sensi del Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n° 285 e successive modificazioni ed integrazioni; nella vigilanza sull’ osservanza delle leggi, dei regolamenti e d’ogni altra disposizione normativa emanata dall’Autorità competente, con particolare riferimento a quelle concernenti: la polizia urbana e rurale, l’edilizia, il commercio in ogni sua forma, i pubblici esercizi, attività ricettive ed ogni altra attività regolamentata dalle leggi di P.S., le attività produttive, l ‘igiene e sanità pubblica, la tutela dell’ambiente. La Polizia locale è chiamata, altresì, a prestare opera di soccorso nelle pubbliche calamità e disastri, nonché nel caso di privati infortuni; ad assolvere alle funzioni di polizia amministrativa attribuite agli Enti Locali, nei limiti e nelle forma di legge; ad assolvere alle funzioni di controllo e lotta all’evasione tributaria; ad assolvere alla fase istruttoria dei procedimenti in materia di risarcimento danni; ad accertare gli illeciti amministrativi e penali e curarne l’ iter procedurale sino alla conclusione del procedimento; a prestare servizio d’ordine, di vigilanza di scorta e di rappresentanza necessari all’espletamento delle attività istituzionali del Comune; a svolgere le funzioni attinenti alla tutela e alla salvaguardia della sicurezza pubblica, del patrimonio pubblico e privato, dell’ordine, del decoro e della quieta pubblica; a collaborare, nei limiti e nelle forma di legge, nell’ambito delle proprie attribuzioni, con le altre forze di polizia; ad esercitare il controllo sugli abusi ed irregolarità edilizie e di inquinamento acustico ed atmosferico delle aree cittadine, nonché su qualsiasi violazione connessa ai danni del patrimonio civico; a curare l’iter dei verbali e dei ruoli con eventuale archiviazione, rateizzazione dei verbali non ancora iscritti a ruolo, rateizzazione delle cartelle esattoriali, servizio di riscossione di cassa; a rinvenire e riconsegnare documenti e/o oggetti, sequestro e/o confisca mezzi; a preparare le memorie difensive per ricorsi avverso i verbali relativi alle infrazioni al Codice della Strada; a svolgere tutte le attività connesse alla depenalizzazione; a predisporre le attività di educazione stradale (art. 220 Codice della Strada). Non è corretto, quindi, affermare che la maggior parte delle unità del corpo di Polizia Locale è impegnato in attività amministrative. Il corpo di Polizia Locale è stato strutturato in Unità Operative specialistiche nei settori, viabilità/polizia stradale, infortunistica stradale, commercio, edilizia, ambiente, pubblicità, controlli anagrafici, polizia giudiziaria ecc. che richiedono una presenza costante e puntuale del personale sul territorio comunale. Tutti i procedimenti, iniziano sul territorio comunale e si concludono attraverso processi, spesso anche molto complessi, che richiedono una interfaccia anche con altri uffici comunali. Fare un calcolo della presenza della Polizia Locale sui solo “vigili” che multano per strada le auto in divieto di sosta, è riduttivo e non corrispondente alle complesse attività a cui la Polizia Locale è chiamata dalla cittadinanza! La Polizia Locale è il principale interlocutore del cittadino per qualsivoglia criticità che interessa la città: dalla perdita di acqua ad una pianta pericolante, da un sinistro ad un cane randagio, ecc.

Bisogna quindi sfatare il luogo comune del “vigile” impegnato a pattugliare le strade cittadine, anche se probabilmente  la viabilità l’attività che prevede l’impiego di più risorse, come è organizzato il presidio delle strade cittadine?

Con ordini di servizio settimanali tutto il personale è dislocato sul territorio comunale. Il territorio comunale è stato suddiviso in zone, tenendo conto delle criticità connesse alla circolazione stradale e della maggiore affluenza di utenti deboli della strada. I più importanti nodi viari attenzionati sono piazza Vittorio Emanuele, gli ingressi in città, via Mazzini, viale Dante, via del Gallitello, ecc.. La Polizia Locale presidia anche gli ingressi e le uscite delle scuole cittadine che presentano maggiori criticità, i parchi e le aree di interresse per la sicurezza pubblica.

Quante sanzioni vengono comminate ogni anno? Qual è l’importo complessivo delle multe elevate? E se possibile suddiviso per tipologia di sanzione

Nel periodo 1 gennaio/30 giugno 2018 sono state emesse n° 9.651 sanzioni per violazioni al Codice della Strada per un importo complessivo di accertato pari ad € 710.371,00.

E’ possibile fare l’elenco delle infrazioni più comuni al Codice della strada?

Accertamenti di sosta P.L. n° 2.719

Accertamenti di sosta Acta n° 3.227, tramite gli accertamenti degli ausiliari

Verbali di contestazione n° 1.230

Accertamenti autovelox n° 730

Dallo scorso anno il Comune si è dotato delle Street control, quante multe sono state elevate con questo supporto elettronico? Accertamenti Street Control I semestre 2018 n° 1.745.

Una delle violazioni più frequenti al Codice della strada è la guida con l’utilizzo del telefoni, la Polizia Locale ultimamente ha intensificato i controlli, con quali risultati?

I controlli sono stati intensificati attraverso specifici progetti di potenziamento delle attività di controllo e sicurezza della circolazione stradale ancora in fase di esecuzione: n° 200 le violazioni accertate durante appositi posti di controllo sull’utilizzo del telefonino durante la guida; n° 300 i verbali redatti per accertamenti di circolazione con veicoli privi di revisione; n° 50 i verbali redatti per accertamenti di circolazione con veicoli privi di assicurazione; n° 73 i verbali redatti per guida senza l’utilizzo della cintura di sicurezza.

Tags: , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Utilizzare i sorpassometri sulla Potenza – Melfi

La Strada Statale 658 Potenza – Melfi, ribattezzata “strada” della morte, è stata ultimata nei primi anni 80 del secolo […]

Potenza, aumenta la popolazione anziana e c’è il problema dell’assistenza

La Basilicata oltre che a spopolarsi sta diventando una regione dall’età media sempre più alta, non fa eccezione il capoluogo […]

Il “film”, in bianco e nero, del 2018 in Basilicata

Sono anni che nel bilancio annuale della Basilicata si ripetono quasi sempre le stesse tematiche che sono diventate una sorta […]

Il futuro del Centro Storico di Potenza, sempre più indefinito

Il dibattito su Centro storico è un argomento everygreen, si discute, e si polemizza, d’estate e d’inverno, pure durante le […]

AVIS vs AVIS

Negli ultimi anni le vicende della sede AVIS potentina hanno riempito le cronache dei giornali a seguito di poco piacevoli […]

Sulle strade di Potenza è facile perdersi, segnaletica da migliorare

Potenza è città di servizi per cui negli uffici statali e locali ci vengono persone da tutta le regione, nel […]