Intervista a Mario Guarente, Sindaco di Potenza

Articolo pubblicato su Controsenso del 31 agosto 2019

Insediatasi da un paio di mesi la nuova Giunta Comunale frutto di una maggioranza di centrodestra uscita vincitrice, con circa 200 voti di scarto,  dal ballottaggio fra Guarente e Tramutoli, la città aspetta di vedere un cambiamento ed una discontinuità con il recente passato che a causa del dissesto ha dovuto soffrire  pur di tappare le falle del bilancio. Ovviamente il poco tempo trascorso dall’insediamento non è bastevole per giudicare l’operato di Mario Guarente e dei suoi assessori, ci vuole il giusto tempo per consentire di attuare il programma sottoposto ai potentini. Con la fine delle vacanze estive si avrà modo di verificare l’operato dei nuovi Amministratori, noi abbiamo rivolto alcune domande a Mario Guarente.

Signor Sindaco quali sono le priorità della sua Giunta prima di predisporre il primo “proprio” bilancio preventivo.

La priorità è l’attuazione del programma elettorale che abbiamo proposto alla Città e per il quale abbiamo ottenuto il consenso. Programma presentato anche in Consiglio Comunale e discusso. 

Come intende affrontare le principali emergenze che da tempo attanagliano la città a cominciare dalla viabilità?

Per il momento stiamo cercando di dare ordinarietà e al contempo facendo alcune modifiche sperimentali. Il vero tema però è quello di un progetto straordinario che affronti questo problema che è il più sentito dai potentini.

Altra croce per i potentini è il trasporto pubblico, come cambierà? Cosa si prevede per incentivarne l’uso sia dei mezzi pubblici su gomma che per le scale mobili?

Il tema è attuale, bisogna rivedere il TPL comunale in uno con il redigendo TPL Regionale per migliorare il servizio in Città, ma anche e soprattutto nelle nostre Contrade. Adesso però siamo concentrati sulla scadenza della gara con il gestore in carica e comprendere come procedere per il futuro.

Cambierà la regolamentazione dei parcheggi?

Dipende tutto dal nuovo TPL.

La Polizia Locale è sottodimensionata per i tanti compiti assegnatele dalle vigenti leggi, si prevede di aumentarne l’organico? Saranno banditi nuovi concorsi?

E’ proprio di questi giorni l’indirizzo dato all’Ufficio Personale per l’assunzione di nuovi quattro vigili urbani che entreranno in servizio massimo per fine settembre. Stiamo altresì valutando la possibilità e le procedure per eventuali altre assunzioni.

Quale ricetta per rianimare il centro storico? Anche se è difficile conciliare le aspettative dei commercianti con le esigenze dei residenti.

Il Centro Storico ha bisogno che ritornino le funzioni di una volta. Vediamo moltissimi contenitori vuoti, segnale di un’emigrazione  di competenze e uffici. Bisogna riempire questi contenitori a partire dalle nostre sedi dislocate in periferia. Poi c’è il tema tutto culturale dei conflitti tra residenti e i commercianti e aggiungerei anche quelli tra questi primi e i giovani che fruiscono, in maggior parte delle serali, degli spazi del Centro.

Per quanto riguarda gli aspetti ambientali, a cominciare dal decoro cittadino e le problematiche afferenti la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, cosa si può fare per far tornare la città pulita e decorosa?

Ad onor del vero la nostra Città non è sporca. Nell’ultimo periodo comunque si sono fatti sforzi importanti per renderla più pulita. 

Il verde pubblico a Potenza è abbastanza diffuso, si tratta di renderlo vivibile e ben mantenuto,  saranno potenziati gli interventi di pulizia e manutenzione?

Si. Come abbiamo iniziato a fare.

Lo Sport conta numerosi praticanti e molti appassionati che seguono le squadre cittadine, ci sono criticità impiantisce, in primis la necessità di un nuovo stadio e la costruzione di una piscina con vasca da 50 metri, come intende muoversi l’Amministrazione per colmare queste lacune? Sarà recuperato il Palazzetto CONI?

Come Lei ben sa nelle prossime settimane avremo l’esito della candidatura della nostra Città a ” Città Europea dello Sport 2021″. Se Potenza dovesse risultare vincitrice e noi ce lo auguriamo e per questo stiamo lavorando, potrebbe essere l’inizio di un ragionamento complessivo sullo Sport nella sua complessità e dell’impiantistica necessaria a partire dallo Stadio e dalla piscina. Si il CONI sarà recuperato.

L’urbanistica è un campo dove ci sarà molto da seminare, si dovrà “rinnovare”il Regolamento Urbanistico, ci sarà da inserire tutta l’area industriale se la nuova Amministrazione darà piena attuazione al protocollo d’intesa fra Comune ed ASI sottoscritto dalla precedente Amministrazione, che tempi ci sono per queste attività?

Sulla riattivazione del R.U. l’Assessore e gli Uffici competenti stanno lavorando ad una proposta organica e di prospettiva. Per ciò che attiene la zona ASI, abbiamo già iniziato un’interlocuzione con tutti gli attori per comprendere bene le tempistiche. 

Quella che era “area industriale” col tempo ha cambiato pelle, il Regolamento Urbanistico assegnerà un ruolo alla zona più pregiata della città, uno dei temi più dibattuti è la destinazione d’uso dell’area ex Cip Zoo, che destino assegnerà la nuova Amministrazione a quest’area oggi avvolta nel degrado e nell’abbandono?

Il tema principale è la proprietà dell’area e quindi comprendere quali intenzioni abbia a riguardo la Regione a partire dalla bonifica.

Altro problema diffuso è quello del commercio abusivo sulle strade cittadine, come si intende debellare questa pratica? Si troverà un nuovo sito per il mercato mensile del primo sabato del mese?

Il problema del mercato mensile è correlato al problema della ex area industriale. Trovare uno spazio idoneo è diventato una priorità. Sull’abusivismo già chiesto a tutti gli organi di Polizia, a partire dalla Polizia Locale, massima attenzione.

Nella passata consiliatura l’Amministrazione non ha rinnovato i Comitati di Quartiere, organo consultivo di partecipazione popolare, si provvederà a ridare la parola ai cittadini rinnovando i Comitati?

Premesso che nei rapporti tra Pubblica Amministrazione e Cittadini sono favorevole a qualsiasi forma di partecipazione tesa ad affrontare e risolvere i problemi. il tema dei Comitati di quartiere sarà affrontato dal punto di vista della nuova normativa.

Tags: , ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Intervista all’Assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune di Potenza

Antonio Vigilante è un giovane ingegnere eletto in una lista civica che ha appoggiato la candidatura a Sindaco di Mario […]

Riecco il traffico

L’11 settembre ricade l’anniversario della strage terroristica in America in cui furono distrutte le famose torri gemelle, qualcuno, ironicamente, ha […]

L’altro “parco fluviale”

L’estate potentina è stata caratterizzata dalle feroci polemiche intorno al Parco Fluviale del Basento riaperto nella sua interezza dopo lunghi […]

Un ufficio postale a Macchia Romana

Articolo pubblicato su Controsenso Basilicata del 31 agosto 2019 Macchia Romana, per anni simbolo di “quartiere dormitorio” , ha visto […]

Il parco Baden Powell

Tempo d’estate, caldo opprimente ed i parchi cittadini diventano il rifugio per godersi un po’ di fresco, fra le aree […]

Pochi e problematici i parcheggi per i disabili nell’Ospedale San Carlo

Da controsenso del 20 luglio 2017 Il tema per il rispetto dei diritti dei disabili nella città di Potenza è […]