Fiat lux!

Fiat lux!

parcheggi viale verrastro

A Potenza da qualche tempo abbiamo problemi di  luci, ci riferiamo alla pubblica illuminazione e non solo.  Siamo in pieno periodo natalizio e le luminarie natalizie hanno alimentato una polemica che si combatte di sciabola e di fioretto sui social. Alcuni Amministratori, spalleggiati da potentini della stessa sponda politica, s’erano sbilanciati nei mesi scorsi nel garantire un Natale nel centro storico da ricordare, erano stati predisposti tutti gli atti amministrativi per inaugurare il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, il villaggio delle casette natalizie e le luminarie. Così non è stato e giù a polemizzare, sperando che il tardivo montaggio delle luminarie metta finalmente tutti d’accordo nel godersi le festività.

Ma ci sono ben altri problemi che assillano i cittadini di Potenza e che afferiscono alla pubblica illuminazione, da circa un anno si verificano guasti sugli impianti che durano molti mesi, non ci riferiamo solo alle lampadine fulminate ma ai guasti che fanno stare al buio strade e, in qualche caso, interi quartieri e contrade. Le segnalazioni e le proteste fioccano ma nell’organico degli elettricisti comunali è rimasta una sola persona, un elettricista stakanovista molto bravo e disponibile, ma che non riesce a star dietro ai tanti disservizi che si manifestano sulle reti di pubblica illuminazione.

Ci sono poi impianti di costruiti molti anni fa e mai entrati in funzione, non se ne comprende il motivo per cui si sono investiti ingenti fondi pubblici per poi far rimanere al buio le aree individuate per il posizionamento. L’esempi più clamoroso riguarda i tre parcheggi a servizio degli uffici regionali in viale Verrastro.

Ne abbiamo parlato con Fermando Picerno, Assessore al ramo e, soprattutto, Consigliere comunale di lungo corso che conosce molto bene le problematiche cittadine. L’Assessore Picerno, consapevole di aver ereditato una situazione pesante, con circa 4.000 segnalazioni e richieste di interventi, ha chiesto scusa ai cittadini ed ha cominciato a lavorare per tamponare le varie emergenze. Nelle pieghe del bilancio si sono trovati 100.000 euro e si è provveduto ad affidare ad alcune imprese i lavori di ripristino della pubblica illuminazione, a beneficiarne le contrade Dragonara, Poggio d’oro, Valle paradiso, Giarrossa, Malvaccaro,  Cerreta; risolti i problemi anche in via dei Mille,  via Trentacarlini, via delle Medaglie olimpiche, via Baragiano, Via Cavour, viale Marconi e Bucaletto; solo parzialmente si è sistemato l’impianto a Parco Aurora dove sarà necessario reperire ulteriori risorse per sistemare nella sua interezza l’impianto di pubblica illuminazione. C’è ancora tanto da fare, la pubblica illuminazione di Potenza è composta da circa 20.000 punti luce, la maggior parte di quali molto vecchi, di questi solo il 20% è stato riconvertito con lampade a LED. Per il momento in pochi mesi si è riusciti a risolvere il 30% dei guasti segnalati, l’Assessore Picerno ha chiesto alla Giunta di reperire ulteriori risorse da destinare alla manutenzione e già dai primi mesi del 2020 dovrebbe essere assunto un altro elettricista e verrà acquistato un nuovo automezzo che andrà ad affiancarsi a quello esistente che spesso ha bisogno di manutenzione, attraverso poi all’utilizzo dei fondi europei si destineranno ulteriori risorse all’ammodernamento degli impianti.

L’Assessore Picerno informa che lunedì prossimo, grazie all’utilizzo di fondi provenienti dagli oneri di urbanizzazione, sarà attivo l’impianto di pubblica illuminazione realizzato ex novo sulla complanare di Varco Izzo tanto atteso dai residenti. Per quanto concerne invece l’impianto di illuminazione a servizio del Palapergola dovrebbe essere stato attivato mentre le torri piazzate per illuminare i tre parcheggi in viale Verrastro verranno attivate a breve.

L’impianto che illumina il Ponte Musmeci è passato al Comune, dopo diversi mesi di oscurità da un paio di settimane il viadotto e le arcate sottostanti sono di nuovo illuminati, non è ancora passato al comune rete di pubblica illuminazione che serve la Zona Industriale, in quest’area c’è il Parco fluviale del Basento che questa estate è stato letteralmente preso d’assalto dai potentini ma che non è stato dotato di pubblica illuminazione per cui ci si augura che prima dell’estate prossima si provveda a colmare questa lacuna. Si spera altresì che anche i viadotti e le rotatorie del Nodo complesso, progettato senza prevederne l’illuminazione, siano finalmente illuminati.

Tags: ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Situazione impiantistica sportiva, la seconda parte dell’intervista all’Assessore Guma

Ecco la seconda parte dell’intervista all’Assessore allo sport del Comune di Potenza pubblicata da Controsenso del 25 gennaio 2020 Quest’anno […]

Fotografia dello Sport in città in vista del 2021

L’anno prossimo Potenza sarà “Città europea dello Sport” un importante riconoscimento che porterà numerosi eventi di respiro internazionale e probabilmente […]

Serve una palestra per due scuole

Non tutti gli istituti scolastici potentini dispongono di una palestra per svolgere le lezioni di Educazione Fisica, per le scuole […]

Nuovi “passi carrabili” meno parcheggi

La mancanza di parcheggi in città è oggetto permanente di discussioni e lamentele, Potenza è una delle città in Italia […]

Tra santi e mandarini ci sta pure uno zebù, l’ultimo libro di Angelomauro Calza

Due presentazioni in 10 giorni, dello stesso libro nella stessa città, è circostanza inusuale, il libro ha un titolo intrigante, […]

Nuova vita al Parco Fluviale del Basento

Da oltre un paio di mesi il Parco Fluviale del Basento è invaso da un esercito di forestali del Consorzio […]