Cottarelli è passato dalla Basilicata? di Pio Abiusi

Cottarelli è passato dalla Basilicata? di Pio Abiusi

Treno

Cottarelli è passato dalla Basilicata?

Crediamo di si  se è a conoscenza dei costi  relativi al trasporto pubblico. Il punto è doveroso farlo.

 La rimodulazione del  TPL su gomma non prende piede ed abbiamo linee non più utili in esercizio e nuove corse che vivono di proroghe, la prossima scadrà il 30 Aprile prossimo. L’ANAV, associazione nazionale autotrasporto viaggiatori della Basilicata , non ci sta ed il contratto di Cotrab scade nel 2017, nove anni di durata; l’associazione lamenta un credito dalla Regione di 30 meuro ed evidenzia alcune “incongruenze “ sul trasporto ferroviario e sul “cosiddetto” servizio integrativo  ferroviario. Va da se che la situazione debitoria deve essere regolarizzata e la rimodulazione del TPL realizzata. Tutto quanto è elemento di opposizione da parte dell’ANAV riguarda le FAL ed il suo servizio auto-ferroviario offerto alla collettività lucana. Le FAL hanno un contratto di servizio che a fine 2014 ,durata  6 anni, arriva a scadenza   è VA RIVISITATO. Le Fal offrono un servizio ferroviario pari a 689.203 Km/annuo ad un costo chilometrico di € 18,90- Trenitalia costa 11,70 a km- mentre il trasporto su gomma è pari  2.111.080 Km/annuo ad un costo € 3,70  a km- i servizi sostitutivi di Trenitalia costano 2,39 e quelli di Cotrab 1,39. Il trasporto su gomma delle FAL è composto da servizio sostitutivo, poco, e da servizio integrativo , molto. Il servizio integrativo, eufemismo, è quel servizio che le Fal fanno sulle tratte dove una volta c’era la ferrovia, parliamo di oltre 30 anni fa , e dove anche l’armamento è stato completamente dismesso. E’ da dire , inoltre, che quel servizio,ovviamente, non segue più il vecchio tracciato ferroviario del quale si è persa anche la memoria ed è un servizio su gomma a tutti gli effetti pagato circa il triplo dalla comunità lucana. Non è più concepibile! Quel servizio deve andare a gara ed il risparmio sarebbe di almeno 5 Meuro. Le FAL non hanno nulla a pretendere dalla comunità lucana tenuto conto  che noi con i nostri soldini abbiamo comprato circa 40 autobus nuovi  ed i 6 treni nuovi che fra poco vedremo sfrecciare – si fa per dire-. Il costo dei treni è stato pari a 17 Meuro per i 4 a due casse che dovrebbero percorrere la tratta Potenza- Avigliano, con funzione  di metropolitana sub-urbana , è l’improbabile tratta Potenza-Gravina – Bari  con una percorrenza  di oltre 3 ore e con carrozze sprovviste di bagni sia perchè nelle metropolitane non sono previsti, sia per recuperare spazi , sia ancora perchè non c’è utenza  malgrado l’intervento schizofrenico che ha buttato alle ortiche  oltre 10 Meuro per l’adeguamento, la messa in sicurezza ed il rinnovo dei binari sulla tratta Avigliano Lucania – Gravina. I due treni a 3 casse  ci sono costati 12 Meuro e saranno impiegati sulla tratta Matera – Bari, dove si giustificano pienamente e sulla quale  per la linea di  pertinenza lucana  abbiamo  speso circa 6 meuro per l’adeguamento, la messa in sicurezza ed il rinnovo binari.

I tempi di percorrenza sulla Matera- Bari dovrebbero  essere,  se il servizio sarà ben concertato, di circa 80 minuti . Il prossimo mese di Maggio arrivano a Matera  i  nuovi treni a tre casse , in questi ci saranno  i bagni, è opportuno che i politici locali vadano a comperare adeguati vestitini primaverili per omaggiare in maniera confacente  il presidente Colamussi che ha comperato il nuovo materiale rotabile con i soldi nostri. Per il 2014 non potrà essere messo a gara il trasporto su ferro delle Fal per un curioso marchingegno giuridico e così non possiamo  ridurre il conto di quel contratto di servizio di altri 5 Meuro oltre ai primi  e che è pari alla differenza di  costo chilometrico rispetto a quello  che riconosciamo a Trenitalia.

Per l’Associazione Ambiente e Legalità – Pio Abiusi

Tags: , , ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Salviamo uno dei borghi più belli d’Italia

La Basilicata è presa d’assedio dalle lobby dell’energia e del trattamento dei rifiuti, già prima dell’entrata in produzione dei pozzi […]

Potenza: capoluogo dell’indisciplina

Potenza non è più la cittadina ordinata e pulita che conoscevamo alla fine del secolo scorso. Con la crescita urbanistica […]

Il mercato immobiliare a Potenza all’epoca dello spopolamento

La settimana scorsa l’ISTAT ha reso noti i dati della demografia in Italia riferita al 2019, la fotografia è sconfortante […]

Una cattiva abitudine dura a morire: usare il telefono mentre si guida

    La situazione è diventata allarmante, gli incidenti stradali sulle strade di Potenza sono in continuo aumento, il più […]

Sempre più cittadini scontenti di Acquedotto Lucano

(Strada interessata da lavori di riparazione a rione Rossellino) E’ Acquedotto Lucano la compagnia che dà da bere ai Lucani, […]

Migliorare la mobilità a Verderuolo

Le segnalazioni di alcuni residenti di Verderuolo ci spingono a ritornare su un argomento, la viabilità nel quartiere, che nei […]