Servono collegamenti fra via Isca del pioppo e via del Gallitello

Servono collegamenti fra via Isca del pioppo e via del GallitelloServono collegamenti fra via Isca del pioppo e via del GallitelloServono collegamenti fra via Isca del pioppo e via del GallitelloServono collegamenti fra via Isca del pioppo e via del Gallitello

ponticelli

Continuiamo a trattare l’argomento che ultimamente cattura l’interesse dei media e che sta a cuore al potentini, parliamo di viabilità e dei tanti problemi ad essa connessa.

La settimana scorsa il Comune ha messo mano su alcune strade di Verderuolo, in pericolare è stato ripristinato il senso unico in via Milano ed invertito il senso di marcia su via Lombardia, vedremo se, con questi provvedimenti,  si riuscirà a decongestionare il traffico nello snodo più intasato di Potenza.

Altra strada che sopporta un volume di traffico enorme è via del Gallitello, circa 1900 metri di lunghezza fra la maxi rotatoria all’incrocio con via dei Molinari e la confluenza su via Vaccaro, la strada su cui si è riversato gran parte del comparto commerciale cittadino ma che non riesce a metabolizzare il gran numero di veicoli che, soprattutto durante la mattinata, transita su questa arteria. Una strada che ha subito l’assalto del cemento senza una reale pianificazione urbanistica che per la gran parte del percorso non è dotata di marciapiedi e con carenza di parcheggi, gran parte dei quali sono  a pagamento e dove quelli privati a servizio delle attività commerciali e direzionali sono insufficienti.

20191013_095106

Il transito è spesso ostacolato dalla sosta selvaggia  attuata dai “clienti” dei  numerosi venditori ambulanti di prodotti ortofrutticoli presenti lungo tutta l’arteria i quali, nel dispregio delle normative commerciali e del Codice della Strada, sostano agli incroci oppure occupando aree destinate alle fermate dei bus o sulle strisce pedonali.

Una valvola di sfogo per il traffico su via del Gallitello sarebbe via Isca del Pioppo, la parallela situata a sinistra del torrente Gallitello che parte dall’incrocio dell’Iperfutura per arrivare, dopo circa 1600 metri, sul cavalcavia del nodo complesso. Anche questa arteria non è adeguata in quanto non molto larga e priva di marciapiedi anche se si sta popolando di fabbricati commerciali e collega numerose abitazioni posizionate alla sua destra. Pur con le carenze strutturali via Isca del Pioppo è utilizzata dagli automobilisti che voglio evitare le lunghe code su via del Gallitello.

20191013_102157

Attualmente via del Gallitello e la parallela via Isca del pioppo sono collegate fra di loro da una bretella realizzata nell’ambito del progetto del nodo complesso che ha visto inserire una rotatoria subito dopo la galleria sotto il serpentone, detto collegamento non è sufficiente a creare una osmosi fra le due strade parallele. A dire il vero un altro collegamento esiste, trattasi di un ponticello largo appena due metri, percorribile solo in un solo senso, situato all’altezza dell’autolavaggio operante su via del Gallitello, ma è paragonabile ad una specie di tratturo pericoloso da attraversare e dove molto spesso si rimane intrappolati perché i soliti pirati della strada lo percorrono contromano.

Fino ad una ventina d’anni fa esisteva un altro collegamento fra via del Gallitello e via Isca del Pioppo, un ponte di legno, oggi diventato pedonale, situato alle spalle degli uffici della motorizzazione civile.

Compatibilmente con gli spazi disponibili sarebbe utile costruire due nuovi ponti al posto di quelli esistenti.

 

Tags: ,

No comments yet.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Fotografia dello Sport in città in vista del 2021

L’anno prossimo Potenza sarà “Città europea dello Sport” un importante riconoscimento che porterà numerosi eventi di respiro internazionale e probabilmente […]

Serve una palestra per due scuole

Non tutti gli istituti scolastici potentini dispongono di una palestra per svolgere le lezioni di Educazione Fisica, per le scuole […]

Nuovi “passi carrabili” meno parcheggi

La mancanza di parcheggi in città è oggetto permanente di discussioni e lamentele, Potenza è una delle città in Italia […]

Tra santi e mandarini ci sta pure uno zebù, l’ultimo libro di Angelomauro Calza

Due presentazioni in 10 giorni, dello stesso libro nella stessa città, è circostanza inusuale, il libro ha un titolo intrigante, […]

Nuova vita al Parco Fluviale del Basento

Da oltre un paio di mesi il Parco Fluviale del Basento è invaso da un esercito di forestali del Consorzio […]

Non si arresta il fenomeno dei furti in abitazioni a Potenza

A dar retta ai dati comunicati dalle forze dell’ordine in Italia i reati contro le persone sono in diminuzione ma […]